Carta Qualità

INTRODUZIONE

La presente Carta della Qualità ha l‘obiettivo di comunicare, in maniera chiara e trasparente, l‘impegno che I’ Associazione Culturale Minerva Formazione assume nei confronti dei propri committenti/beneficiari a garanzia della qualità e della trasparenza dei servizi formativi in termini strategici (politica della qualità), organizzativi(predisposizione ed erogazione dell’offerta), operativi (obiettivi e standard specifici)) e preventivi(dispositivi di garanzia di committenti/beneficiari)

LIVELLO STRATEGICO

Minerva Formazione e un’Associazione Culturale nata nel 2007, che persegue esclusivamente finalità e solidarietà sociali e propone come specifico fine istituzionale I ‘attività di formazione professionale, in riferimento alle disposizioni di cui alia legge quadro 21 dicembre 1978 n. 845 ed alle leggi in ambito comunale, regionale e comunitario.

Minerva Formazione considera la formazione professionale una delle aree strategiche per incrementare gli inserimenti lavorativi, migliorare I organizzazioni, elevare i livelli di qualità delle risorse umane, rendere I procedure di lavoro più snelle e adeguate alle esigenze lavorative delle singole realtà sia tradizionale sia innovative.

Minerva Formazione s’impegna a intervenire, prioritariamente, negli specifici settori della formazione professionale e, in tale ambito, ha individuato i seguenti obiettivi strategici:

  • soddisfazione dei clienti, intesi come i committenti e i beneficiari dell’offerta formativa, che impone la ricerca e l‘individuazione dei fattori espliciti e impliciti che la determinano;
  • miglioramento continuo, con la consapevolezza che la qualità dei servizi e determinata dalla qualità dei processi messi in atto pergenerarli;
  • individuazione di risorse umane adeguate ed applicazione di criteri valutativi idonei al perseguimento di iter formativi all’altezza delle attese degli iscritti;
  • Attenzione focalizzata al committente/beneficiario dell’offerta formativa, attraverso I ‘applicazione e realizzazione di strumenti di monitoraggio del Livello di soddisfazione;
  • Formazione, valorizzazione e motivazione del personale, anche attraverso la predisposizione del Piano Annuale di sviluppo professionale il cui compito e quello di individuare I necessita di aggiornamento del personale che operano all’Interno dell’Associazione.

Tali obiettivi vengono riesaminati annualmente dalla Direzione, al fine di valutarnel ‘efficacia e la coerenza con I strategie implementate.

La Direzione assicura, inoltre, che tali obiettivi siano diffusi a tutto il personale attraverso appositi strumenti di comunicazione interna e di diffusione di informative e documenti.

Livello ORGANIZZATIVO

Minerva Formazione vuole realizzare attività di formazione superiore, continua e permanente, fornendo un’offerta formativa ampia, flessibile, al passo con i tempi ed erogata attraverso il coinvolgimento di personale qualificato e dotazioni strumentali moderne.

La formazione superiore e rivolta a destinatari diplomati e/o laureati e viene erogata con particolare riferimento ai seguenti macro-settori :

  • Lavori d’ufficio
  • Ecologia e ambiente
  • Informatica
  • Lingue estere
  • Servizi socio educativi

La formazione continua e permanente e rivolta a destinatari occupati e/o disoccupati per i quali l‘intervento formativo e propedeutico all’occupazione, e viene erogata nei seguenti settori:

  • Acconciatura
  • Informatica Lingue
  • Cucina e ristorazione

Dotazioni di risorse professionali Per la realizzazione delle attività e il raggiungimento degli obiettivi fissati nella Politica della Qualità, l‘Associazione si e dotata di professionalità, interne ed esterne, e di un sistema organizzativo in grade di garantire L’erogazione e il controllo di tutto il processo del ciclo formativo.

L’Associazione pub avvalersi di collaboratori esterni in relazione a specifiche esigenze dell’intervento formativo. L’elenco dei docenti ritenuti idonei per svolgere prestazioni di docenza e tutoring e contenuto in apposito elenco gestito e aggiornato dal Responsabile erogazione dei servizi. Tutte I risorse professionali sono qualificate preventivamente e valutate in modo sistematico in funzione della tipologia della prestazione.

Dotazioni logico-strumentali Per L’erogazione ‘dei servizi formativi, l‘Associazione si avvale di un laboratorio

informatizzato e di aule attrezzate con supporti logistici multimediali e connessioni ad internet.

Tutta la necessaria documentazione relativa alle principali caratteristiche del servizio formativo offerto, I modalità di accesso e di valutazione finale, il valore assunto in esito alia valutazione positiva, viene consegnata ai beneficiari dell’attività formativa, contestualmente alia presente Carta della qualità.

LIVELLO OPERATIVO Fattori di qualità

Al fine di valutare L’andamento dell’attività formativa e il raggiungimento degli obiettivi prefissati, l’Associazione ha provveduto ad individuare specifici settori di qualità, ovvero elementi essenziali da presidiare per garantire efficacia ed efficienza dell’offerta formativa.

Tali fattori sono stati identificati nelle seguenti macro-aeree del processo formativo:

costruzione dell’offerta, progettazione, erogazione e gestione del beneficiario, risorse coinvolte.

Per ciascuna di queste macro-aeree sono stati individuati indicatori di performance, misurabili, obiettivi di qualità da raggiungere, nonché i relativi strumenti di verifica attraverso i quali monitorare periodicamente il rispetto degli obiettivi individuati.

La tabella di seguito sintetizza, per ciascuna macro-area del processo formativo, fattori di qualità individuati e i relativi obiettivi target.

FASE DEL PROCESSO STANDARD 01 STUMENTIDI FORMATIVO FATTORI 01 QUALITÀ’INDICATORI 01 PERFORMANCE Qualità’- VERIFICA Rapidità di risposta alle Giorni che intercorrono tra I date di Rispetto dei requisiti richieste del ricezione delle richieste del committente e richiesti dalle Verifiche ispettive Costruzione dell’offerta committente la data di trasmissione dell’offerta Committente interne Giorni che intercorrono tra la rilevazione

Progettazione del servizio di non conformità e la definizione di azioni Verifiche ispettive formativo Flessibilità correttive Max. 7 interne

Verifiche ispettive

Completezza Modifiche necessarie al progetto Max. 80% interne Soddisfazione Adeguata/ottima per Questionario di aspettative dei livello di gradimento espresso nei almeno il 90% dei customer partecipanti confronti del corso partecipanti satisfaction

Percentuale di risposte positive Adeguato/ottimo per Questionario di

Adeguatezza materiale specifiche domande del questionario di almeno il 90% dei customer

didattica soddisfazione cliente partecipanti satisfaction

Erogazione del servizio Percentuale di risposte positive a adeguato/ottimo per Questionario di formativa e gestione del Adeguatezza delle specifiche domande del questionario di almeno il 90% dei customer

cliente strutture soddisfazione cliente partecipanti satisfaction Appena

sufficiente/Scarsa/Non

Percentuale di risposte negative a soddisfacente per Questionario

Numero dei reclami specifiche domande relative alia massimo il 5% dei soddisfazione

Pervenuti soddisfazione dell’attività formativa partecipanti cliente

Adeguata/ottimo per Questionario di Gradimenti delle livello di gradimento espresso nei almeno il 90% dei customer

Risorse coinvolte attività di docenza confronti del personale docente partecipanti satisfatcion

LIVELLO PREVENTIVO

Al fine di prevenire IO scostamento dagli obiettivi di qualità prefissati, l’Associazione ha predisposto appositi dispositivi per assicurare un livello preventivo, ovvero modalità e strumenti di rilevazione della soddisfazione del cliente(feedback) e per la gestione di eventuali reclami e/o non conformità.

I principali strumenti operativi implementati dall’Associazione intale ambito sono:

  • i questionari di customer satisfaction, attraverso i quali rilevare la soddisfazione degli utenti, in itinere ed al termine dell’attività di formazione;
  • I verifiche ispettive interne, pianificate con cadenza programmata attraverso I quali monitorare il raggiungimento degli obiettivi di qualitàprefissati;
  • la definizione di azione correttive (volte ad eliminare I cause delle non conformità emerse) e delle azioni preventive (mirate ad impedire il concretizzarsi delle non conformità potenziala garanziadell’utente;
  • attività di controllo e monitoraggio dei processi, finalizzate a raccogliere I valutazioni circa l’adeguatezza del servizio fornito e per definire I strategie di miglioramento.

L’Associazione mette a disposizione dei beneficiaritcommittenti l’ufficio di segreteria per l’inoltro di eventuali reclami sui servizi erogati.

CONDIZIONI 01 TRASPARENZA

La presente Carta della Qualità e validata dal Responsabile Qualità e dal Presidente, come dimostrano I firme apposte in calce al documento. IL Responsabile Qualità ha inoltre la responsabilità di garantire l’aggiornamento e il riesame continuo della Carta Qualità allo scopo di assicurarne I1 idoneità e la rispondenza all’operato dell’Associazione. Le revisioni sono riportate sulla copertina ed in calce ad ogni pagina del documento.

Vengono inoltre garantite I seguenti modalità di diffusione:

  • affissione nella bacheca dellasede
  • consegna di una copia.ai corsisti all’attodeH’iscrizione
  • consegna di una copia al personale docente e ditutoraggio
  • inserimento sui sito web dell’Associazione www.minervaformazione.org

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ’ POSTE A PRESIDIO DEI PROCESSI Attività previste per il responsabile del processo di Direzione Le principali responsabilità sono:

  • definire I strategie e gli obiettivi formativi, nonché I relative azioni in ambito commerciale
  • fissare IO standard qualitativo dei processi e dei servizi erogati ed assicurarne il mantenimento e il miglioramento continuo;
  • 5garantire I risorse umane adeguate, interne ed esterne, connesse al processo formativo;
  • predisporre I condizioni organizzative affinché I risorse umane possano svolgere correttamente il proprio compito, nel rispetto della propriacompetenza;
  • approvare il calendario della programmazione didattica e il Piano Annualedi sviluppo professionale;
  • convocare il consiglio dei docenti per la valutazione dell’organizzazione didattica alia conclusione dell’anno di formazione e ogni qualvolta se ne ravvisi la necessita Attività previste per il responsabile dei processieconomico-amministrativi

Le principali risorse sono:

  • assicurare la gestione contabile, il controllo economico, la rendicontazione delle spese, nonché gli adempimenti amministrativo-fiscali;
  • gestire la parte amministrativa relativa al personale;
  • gestire I risorse finanziarie pubbliche nel settore dellaformazione;
  • Attività previste per il responsabile del processo di analisi e definizione dei fabbisogni:
  • promuovere e realizzare indagini e ricerche specifiche volte a rilevare ifabbisogni
  • formativi del contesto territoriale e socio-economico di riferimento;
  • acquisire eventuali strumenti specifici di indagine e di rilevazione dei fabbisogni;
  • individuare in relazione alle vocazioni occupazionali del territorio, la tipologiadi specializzazioni e qualifiche professionali richieste;
  • sulla base delle indagini condotte, supportare la definizione delle strategie e degli obiettivi formativi e la promozione d’interventi formativi innovativi, in collaborazione con la Direzione e con il Responsabile del processo di progettazione;fabbisogni di formazione.

Attività previste per il responsabile del processo di progettazione Le principali responsabilità sono:

realizzare la progettazione di massima, esecutiva e di dettaglio degli interventi formativi, definendo I condizioni difattibilità;

partecipare alia individuazione delle strategie, degli obiettivi formativi e delle risorse  in collaborazione con la Direzione e con il Responsabile del processo di analisi e definizioni dei fabbisogni;

• definire gli indicatori di qualità del processo e monitorarne l’andamento.

Attività previste per il responsabile del processo di erogazione dei servizi:

Le principali responsabilità sono:

  • pianificare I attività didattiche curare, garantire e monitorare la qualità del processo formativo individuando e promuovendo eventuali azioni di miglioramento;
  • selezionare, in collaborazione con la Direzione e il responsabile del processodi progettazione, I risorse umane connesse la processo formativo;
  • assicurare il corretto svolgimento della formazione, secondo I modalità definite; 6esse da interfaccia tra i soggetti coinvolti nel processo formativo( partecipanti ai corsi, docer organizzazioni committenti etc.)
  • gestire I risorse umane, tecnologiche e finanziarie relative al programma.

Scarica il PDF

Share This